Processo Ruby, Nicole Minetti nella bufera

Il processo Ruby 2 continua a regalare colpi di scena. Secondo il pm Antonio Sangermano, l’ex consigliera regionale della Lombardia Nicole Minetti si prostituiva ad Arcore.

Nicole Minetti ad Arcore

Nuovi colpi di scena durante il processo Ruby 2 a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti. Il pm di Milano, Antonio Sangermano, nella requisitoria ha rivelato che l’ex direttore del Tg4 e l’agente dei personaggi famosi svolgevano il ruolo di sodali nell’immettere giovani e belle ragazze nel circuito delle serate e feste ad Arcore. L’ex consigliera regionale della Lombardia non avrebbe avuto  solo un ruolo di intermediazione…

Secondo il pm Sangermano gli eventi organizzati ad Arcore “avevano certamente una natura prostitutiva”, aggiungendo che l’ex showgirl di Colorado Cafè partecipò alle feste di Arcore “compiendo anche atti sessuali retribuiti”.

L’ex soubrette e modella Nicole Minetti, che si travestiva da suora ad Arcore secondo il racconto di Ruby Rubacuori, sta attraversando un periodo davvero difficile. Oltre ai guai con la giustizia italiana, anche in amore non è fortunata.

Com’è successo ad altre showgirl nell’ultimo periodo, anche lei si è lasciata con il rapper milanese Guè Pequeno dei Club Dogo. Eppure durante le loro recenti vacanze, anche a Sharm el-Sheikh, sembravano essere molto uniti e innamorati.

Il periodo “no” per Nicole Minetti continua e se questa estate non troverà il suo principe azzurro molto probabilmente a settembre partirà per gli Stati Uniti come ha di recente dichiarato in una sua ultima intervista a Chi.

Fonte: Giornalettismo.com, Foto: Paperblog.com, Questa voce è stata pubblicata in Notizie di Gossip e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>