Barbara D’Urso VS Trenitalia: Il Video

Che Trenitalia abbia qualche carenza nei suoi servizi è risaputo, ma stavolta a metterlo in evidenza non è un comune mortale ma sua maestà Barbara D’Urso.

Dal video che abbiamo postato si nota una Barbara D’Urso un pò malconcia con 39 di febbre che avvia il videomessaggio con un un colpo di tosse iniziale per rendere più drammatica la situazione e lamenta in stile “bambina dispettosa” l’invio della tessera che le permetterebbe di attendere nella saletta riservata e non al freddo.

Ovvio che quello che chiede è lecito, ma i modi con il quale ha registrato e divulgato questo messaggio hanno scatenato le ire e proteste del popolo del web che non è particolarmente simpatizzante della D’Urso; tant’è che il video, a fronte di 72.000 visualizzazioni ha collezionato la bellezza di 1380 “Non mi piace” e solo 52 “Mi piace”; ma è soltanto leggendo i commenti del video che si riescono ad intuire meglio gli umori delle persone (evitiamo di inserirli sul sito perchè sono un pò pesanti).

Io non sapevo nemmeno di salette riscaldate e quel vagone con le poltrone distanziate due metri l’una dall’altra pensavo esistessero solo nei film. Tu cosa ne pensi?

Questa voce è stata pubblicata in Notizie di Gossip e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Barbara D’Urso VS Trenitalia: Il Video

  1. enzo scrive:

    cara barbara sono un tuo ammiratore. ma penso che hai esagerato tanto ma tanto vedi io ho sempre viaggiato in aereo: ma ultimamente ho viaggiato per ben quattro volte con la freccia rossa e ti posso assicurare che non torno piu’ indietro; i motivi: comodità i bagagli , una volta a destinazione scendi e ti trasporti i bagagli senza aspettare bha si vede le la notorieta’ prende la testa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>