Aeg dichiarata innocente al processo contro i Jackson

La famiglia Jackson ha perso la causa che aveva indetto contro la Aeg accusata di essere responsabile della morte del figlio per aver obbligato il dottore a somministrargli i medicinali

michael jackson causa

Michael Jackson ha sempre fatto parlare di sè, nel bene e nel male, e nonostante sia ormai scomparso dal giugno del 2009, i familiari continuano a piangere la pop star e a puntare il dito contro chi secondo loro ne ha indotto la morte.

La famiglia Jackson ha subito però una battuta di arresto nel processo di ieri mercoledì 2 ottobre contro la Aeg. La famiglia del cantante infatti aveva accusato la Aeg, azienda promotrice dell’ultimo tour di Michael Jackson, di aver obbligato il dottor Murray a somministrare medicine al cantante per assicurargli una forma fisica tale da sostenere i 50 concerti che avrebbe dovuto tenere in tutto il mondo.

Niente è valsa la testimonianza della madre che per l’occasione si è seduta al banco dei testimoni. La Aeg è stata dichiarata innocente con evidente soddisfazione del loro legale Marvin Putman:

La decisione della giuria conferma ciò che abbiamo sostenuto sin dall’inizio: sebbene la morte di Michael Jackson sia stata una terribile tragedia, non è stata in alcun modo provocata dalla Aeg Live

Sfuma così anche il risarcimento milionario che la famiglia Jackson aveva richiesto come indennizzo. Il dottor Murray, già condannato per incompetenza, resta l’unico colpevole accertato.

Questa voce è stata pubblicata in Notizie di Gossip e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>